Narutoita Index Contattaci Staff Narutoita.net

Al momento sospesi

Al momento sospesi
Narutoita Index
Narutoita Staff
Contattaci
Affiliation Program
Narutoita Layout
Trama
Personaggi
Clan
Villaggi Ninja
Tecniche
Gradi Ninja
Kage
Ninja Leggendari
Akatsuki
Armi
Chakra
Evocazioni
Missioni Ninja
Simboli
Esame Chunin
Manga Info
Download Scans
Masashi Kishimoto Info
Copertine Manga
Anime Info
Download Episodi
Trama degli Episodi
Sigle
Filler
Doppiatori Italiani
Dvd
Naruto Ost
Download
Video
Audio
Immagini
Videogiochi
Mugen
Naruto Text
 

Nome: Orochimaru
Nome Kanji:
EtÓ: 50
Altezza: 1,72 m
Peso: 57,3 Kg
Gruppo Sanguigno: B
Compleanno: 27 Ottobre
Parentela: -
Grado: Ninja Leggendario
Clan: -
Hobby/Sogni: Distruggere il Villaggio della Foglia.
Tecniche Preferite: Tecnica del Richiamo (Manda), Tecnica del segno maledetto, Tecnica dell'immortalitÓ, Tecnica della resurrezione
Team Precedente: Terzo Hokage (Maestro), Jiraiya, Tsunade
   

Allievo prodigioso del Terzo Hokage, Orochimaru assieme a Jiraiya, e Tsunade erano conosciuti come i Tre Ninja Leggendari.
╚ un Mukenin di Konoha ed Ŕ un manipolatore senza scrupoli, il cui unico obiettivo Ŕ di diventare "l'ultimo vivente" raggiungendo l'immortalitÓ e la conoscenza di tutte le tecniche del mondo. Anche se tecnicamente Ŕ un Jonin, dal momento che questo Ŕ l'ultimo grado che ha raggiunto a Konoha prima di andarsene, le sue abilitÓ sono ben al di lÓ di quelle di un Jonin medio e anche di quelle di alcuni ninja di livello Kage.
La specialitÓ di Orochimaru sono le tecniche proibite (Kinjutsu) relative alle anime, ai defunti e cose di questo genere, che ha portato avanti fino ad arrivare al punto di sconfiggere la morte stessa. Possiede anche molto talento con le tecniche correlate con i serpenti (da qui il nome Orochi, un leggendario serpente a otto teste della mitologia giapponese), pu˛ infatti evocare i serpenti, perfino il re dei serpenti, Manda, il corrispettivo di Gamabunta di Jiraiya e di Katsuyu di Tsunade.
Orochimaru ha un aspetto simile a quello di un serpente: gli occhi, la carnagione pallida e una lingua da serpente estendibile (in realtÓ questa Ŕ un jutsu permanente che gli permette di estendere le parti del suo corpo senza limite di lunghezza). Orochimaru ha anche l'abilitÓ unica di mutare, riparando ogni danno al proprio corpo tanto facilmente quanto gli altri riparano i loro vestiti.
Orochimaru ha una certa abilitÓ a convincere le persone ad aiutarlo nella sua causa, riempiendo il vuoto delle loro vite con la lealtÓ nei suoi confronti. Lui marchia alcuni dei suoi pi¨ potenti seguaci con il Segno maledetto che danneggia il corpo e rende il portatore schiavo di Orochimaru in cambio del potere. Mentre tutti i seguaci di Orochimaru (eccetto Sasuke) lo ammirano e lo rispettano non Ŕ vero il contrario. Generalmente Orochimaru tratta i suoi subalterni come pedine, preoccupandosi solo delle loro abilitÓ per conseguire i suoi interessi. I soli verso cui mostra una sorta di interesse sono quelli che intende usare come ospiti per la propria anima e solo perchÚ possono prolungare la sua esistenza.
Orochimaru era originariamente uno studente di Sarutobi (il Terzo Hokage) e faceva parte di una squadra di tre persone insieme a Jiraiya e Tsunade. Il Team Sarutobi rispecchia il Team Kakashi in pi¨ modi. Orochimaru, come Sasuke, era in disparte, arrogante, e considerato il pi¨ abile dei tre. Sarutobi in particolare sperava che un giorno potesse succedergli come Hokage.
Anche se le ambizioni di Orochimaru includevano diventare Hokage, i suoi occhi guardavano verso mete abbastanza estranee agli ideali tradizionalmente associati con tale titolo ed enfaticamente abbracciati dal suo maestro. Sarutobi sapeva che la "vera forza di uno shinobi si manifesta quando deve proteggere qualcosa di importante" e il ruolo di Hokage Ŕ di amare e proteggere le persone del villaggio poichÚ sono una famiglia. Per Orochimaru, tuttavia, il titolo di Hokage non era nient'altro che una potenziale conquista sulla strada che portava a quello che gli interessava veramente: il potere.
Sarutobi sperava che il suo studente vedesse gli errori di un tale atteggiamento, ma pi¨ il tempo passava, pi¨ era chiaro che Orochimaru era una casua persa. Tutto questo culmin˛ quando Orochimaru rapý i suoi compagni ninja per usarli come cavie. Fece esperimenti su di loro per sviluppare tecniche che gli avrebbero garantito l'immortalitÓ, dal momento che aveva giÓ deciso di imparare tutte le techniche esistenti al mondo, un compito che richiedeva molto pi¨ tempo di quello che poteva offrirgli una sola vita umana. Quando le numerose sparizioni condussero infine a Orochimaru, Sarutobi sapeva che sarebbe stato suo dovere ucciderlo, ma a quel tempo lui non poteva uccidere il suo prezioso studente. Allo stesso tempo, realizz˛ che Orochimaru aveva una mente distorta e fame di potere che non gli avrebbero permesso di ottenere il titolo di Hokage e quando inifne alcunni anni dopo si ritir˛ scelse come successore uno studente di Jiraiya al posto di Orochimaru.
Anche se Ŕ sconosciuto quanti e quali esperimenti abbia fatto durante la sua permanenza a Konoha sappiamo alcune cose. La prima Ŕ che aveva sviluppato il Segno maledetto testato per la prima volta su Anko Mitarashi e altri nove. Anko fu l'unica a sopravvivere. La seconda sarebbe l'inserimento dei geni del Primo Hokage in sessanta bambini, nella speranza di usare "l'arte del legno" del Primo e l'abilitÓ di controllo dei demoni; 59 neonati morirono, ma uno, che sarebbe poi stato chiamato Yamato, sopravvisse.
Sapendo che non avrebbe ottenuto niente restando ancora a Konoha Orochimaru se ne and˛ dal villaggio e si uný all'organizzazione criminale Alba. Il suo vecchio compagno di squadra, Jiraiya, prov˛ a convincerlo a riconsiderare la sua scelta, ma non servý a niente. Il ruolo che Orochimaru gioca in Alba (Akatsuki) non Ŕ chiaro, e lascerÓ l'organizzazione un po' di tempo dopo. Lui stesso ammette che Itachi Uchiha era diventato troppo forte ed era diventato impossibile per lui acquisire il suo corpo e aveva cosý deciso di prendersi quello pi¨ debole, Sasuke Uchiha. Fond˛ il suo villaggio quello del suono, nel paese dei campi di riso.