Narutoita Index Contattaci Staff Narutoita.net

Al momento sospesi

Al momento sospesi
Narutoita Index
Narutoita Staff
Contattaci
Affiliation Program
Narutoita Layout
Trama
Personaggi
Clan
Villaggi Ninja
Tecniche
Gradi Ninja
Kage
Ninja Leggendari
Akatsuki
Armi
Chakra
Evocazioni
Missioni Ninja
Simboli
Esame Chunin
Manga Info
Download Scans
Masashi Kishimoto Info
Copertine Manga
Anime Info
Download Episodi
Trama degli Episodi
Sigle
Filler
Doppiatori Italiani
Dvd
Naruto Ost
Download
Video
Audio
Immagini
Videogiochi
Mugen
Naruto Text
 

Autobiografia di Masashi Kishimoto

IL MONDO DI MASASHI KISHIMOTO: La biografia - venticinquesima parte


Avevo conseguito il primo premio "Hop Step"! Al miglior lavoro del concorso di quel mese era stata promessa la pubblicazione su "Akamaru Jump", un'edizione speciale trimestrale di "Shonen Jump". Mi dicevo: "Riuscirò finalmente a far conoscere il mio manga al mondo intero!". Ero contentissimo e ricordo che esultavo aggirandomi per la casa con il sorriso stampato sulle labbra. Volevo dividere la mia felicità con qualcuno! Così telefonai immediatamente a casa dei miei genitori. Rispose mia madre...
Masashi: "Mamma! Ho ricevuto il premio "Hop Step" di "Jump! Il mio è stato premiato come il miglior lavoro!"
Mamma: "Cosa? Miglior lavoro?"
Masashi: "'Jump' sceglie chi premiare tra i lavori inviati dai debuttanti, e io ho preso il primo premio come miglior elaborato in un concorso per diventare fumettista!"
Mamma: "Chi è che ha vinto?"
Masashi: "Ma io!"
Mamma: "Ah, ho capito! Bravo!"
Masashi: "..."
Mamma: "Non mangiare soltanto i ramen istantanei! Mangia anche le verdure"
Masashi:"..."
Mamma: "Mangiale cotte che fanno bene!"
Masashi: "D'accordo. Allora, attacco, non mi rimane molto nella scheda telefonica."
Mamma: "D'accordo! Abbi cura di te!"
Masashi: "si..."
Non ero riuscito a trasmettere la mia felicità. Sembrava che mia madre tenesse di più alla mia salute piuttosto che alla premiazione del mio manga. Quindi decisi di disegnare manga a raffica avendo contemporaneamente cura della mia salute. Ero tutto emozionato, ma con quella telefonata finalmente riuscii a calmarmi.

<-Indietro   Avanti->

Torna alle info sull'autore